Fuori dal Tempo – Time-Over

Fuori dal Tempo  (di G.Valerio)

Son diventate tutte uguali.

Ogni mattina uguale a se stessa,

ogni pomeriggio uguale a se stesso,

e così ogni notte.

Ma quando è successo?

Quando sono rimasto solo,

abbandonato anche dal tempo?

Il mio tempo non scorre più.

E’ diventato un film,

che ricomincia daccapo quando finisce.

E’ il fato , il Signore Onnipotente,

che nella Sua bontà infinita ha così deciso,

chissà poi perché.

Vivo in un’altra dimensione.

Fuori dal tempo,

fuori dal mondo.

Osservo gli altri vivere,

ridere,

piangere.

E vedo che ogni emozione

è vissuta

con la consapevolezza

della mutabilità degli eventi

e perfino la disperazione

ha il sapore della temporaneità.

 Tutto questo io vedo dall’alto,

dove il tempo non è più,

dove vivo ogni giorno lo stesso film,

dove c’è soltanto la disperazione

di sapere cosa accadrà

dopo ogni fotogramma.

Lucio Battisti - Macchina del Tempo (1972 dipinto su tavola)

Lucio Battisti – Macchina del Tempo (1972 dipinto su tavola)

Time-Over (by G.Valerio)

They became all the same.

Every morning the same as itself,

every afternoon equal to itself,

and so every night.

But when did this happen?

When I staied alone,

Abandoned even by time?

My time doesn’t flow anymore.

Became a movie

wich starts all over again when it ends

It’s the fate,

  the Almighty Lord,

Who, in His infinite goodness has so decided,

who knows why.

I live in another dimension,

Out of time,

Out of world.

I watch others live,

laugh,

cry.

For them every emotion

is experienced

with the awareness

of mutability of events

and even desperation

has the flavor of temporariness.

All this I see from above,

where there is no time,

where I live every day the same movie,

where there is only desperation

of knowing what will happen

after every frame.

Annunci

8 thoughts on “Fuori dal Tempo – Time-Over

  1. Mamma mia! Non so a cosa tu ti riferisca esattamente ma mi ha fatto venire i brividi, perché è esattamente quello che sto vivendo, da troppi anni: ogni giorno uguale a se stesso, fuori dal tempo, una calma piatta angosciante, dove però neanche l’angoscia è prevista.

    E l’unico sentimento il timore di dovere anche rimpiangere tutto questo.

    • Questa poesia è del 1997. Da allora non è cambiato nulla, salvo i 15-16 anni in più. Non ho capito se ti è piaciuta o no, brividi a parte. Sono stato molto in dubbio se pubblicarla. Un abbraccio.

      • I dubbi se pubblicare o no sono i compagni di viaggio di noi blogger: poi, generalmente, si pubblica.

        Mi è piaciuta? Bella sì ma, sentendomici dentro, mi ha fatto male: e allora, posso dire che mi piace qualcosa che mi fa male, può piacermi un coltello, sia pure di ottima fattura, rigirato nella piaga?

    • Io non sto vivendo la stessa storia, sto vivendo le stesse sensazioni, gli stessi sentimenti. Non lo so se è la stessa storia.

      Un giorno uguale all’altro che dà, a menti brillanti come le nostre (lasciamo stare la modestia che non ci appartiene) l’impressione terrificante di un elettroencefalogramma piatto: bisogno di entusiasmo, di stimolo, ma nulla all’orizzonte, solo doveri e responsabilità, responsabilità e doveri. E l’impressione che, se qualcosa dovesse cambiare, sarebbe in peggio: questo, il più o meno inconscio desiderio che tutto rimanga così, è la morte del nostro tempo.

      E forse pure la nostra.

      • Intendo dire (dicendo la stessa storia) che i giorni le ore i minuti sono sempre gli stessi del giorno prima. Non la storia quindi ma la ripetizione costante e immutabile di sensazioni quali la noia. la mancanza di novità, la ripetizione giorno per giorno degli stessi movimenti, degli stessi pensieri. Se questa è vita…..

      • No, non lo è. Da me si parla spesso di questa sensazione, ma magari ogni tanto qualcosa ti è sfuggito 😛

Lascia un Commento, se vuoi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...