Le tue parole – Your words

Le tue parole   (di G. Valerio, lug 2011)

Le tue parole,

un tempo musica,

oggi suonano lontane,

come un sussurro,

indistinguibili,

 incomprensibili.

Parli a me, ma forse parli a te stessa.

Non siamo più quelli di un tempo,

non più come prima.

Ora siamo diversi.

Esco dal tuo corpo,

fuori dalla tua mente,

e tu sei per me un corpo estraneo.

Il tempo dell’amore appassisce,

le parole si svuotano.

A chi daremo ora quello che ancora abbiamo?

Parole e sassi

Parole e sassi

Your words   (by G. Valerio, Jul 2011)

Your words,

once music,

now sound distant,

like a whisper,

indistinguishable,

garbled.

You talk to me, but perhaps you talk to yourself.

We are no longer those of the past,

not like before.

Now we are different.

I go out of your body,

out from your mind,

and you are to me a foreign body.

The time of love fades,

the words become empty.

To whom now we will give what we still have?

Annunci

3 thoughts on “Le tue parole – Your words

  1. Dici che sarà così per tutti? Possibile che dopo tanti anni assieme s’arrivi inevitabilmente a questo punto? Spero proprio non sia così.

    • A volte le parole escono da sole, spinte dalle forti emozioni del momento. I diversi sentimenti che proviamo dirigono l’orchestra e lo spartito può cambiare. Solo gli occhi dicono veramente cosa pensiamo. Credo!

Lascia un Commento, se vuoi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...