“Letteratura gotica”, “Espressionismo”, “Cinema Horror” — “Gothic Literature”, “Expressionism”, “Horror Movie”

“Letteratura gotica”, “Espressionismo” e “Cinema dell’ Horror”

Il movimento pittorico dell’ IMPRESSIONISMO (nato in Francia intorno al 1830 e proseguito fino ai primi anni del 1900) aveva messo al centro dell’attenzione il mondo ESTERNO, ritrovato il valore del COLORE non mescolato ma originale, creando con gli accostamenti di colori diversi le sensazioni che l’esterno provocava sull’osservatore. Ciascun pittore impressionista esprimeva questo concetto in modo diverso: chi dipingendo strade o palazzi, chi dipingendo prati e fiori, chi dipingendo marine, chi dipingendo gruppi di persone o persone singole in atti quotidiani. Tutti o quasi hanno cercato di ovviare alla staticità di un singolo dipinto mediante l’uso ad esempio del TEMPO, dipingendo cioè lo stesso soggetto in momenti diversi della giornata.  L’essenza dunque dell’ Impressionismo è da ritrovare nell’uso del colore originale (secondo le regole sancite da Eugéne Chevreul) e nell’uso del tempo per suscitare sensazioni particolari provenienti dall’esterno. Il mondo esterno era visto, interpretato e dipinto in maniera “oggettiva”.

Negli anni che vanno dal 1900 fino al 1925, nasce in Germania il movimento pittorico dell’ ESPRESSIONISMO (sviluppatosi negli anni che vanno dal 1900 fino al 1925 in Germania principalmente mediante i gruppi “Die Brucke”  e “Blaue Reiter”, ed in Francia mediante il gruppo “Fauves”), il quale sostituì alla “oggettività” della scena la “soggettività” intesa come interpretazione del tutto personale della scena. Ciò si traduceva in una inversione del soggetto da dipingere: non più il mondo esterno forniva argomento di osservazione ed analisi, ma il mondo interno al pittore, i suoi stati d’animo, le sue angosce, le sue paure, i suoi tormenti. Da questo punto di vista lo stesso Van Gogh è da considerare un precursore dell’Espressionismo piuttosto che un Impressionista.

Compito dell’artista è  quella di esprimere stati d’animo mediante il colore forte, le linee forti, la forma del soggetto stilizzata e mai aderente alla realtà, per rappresentare i propri sentimenti, ma anche per esprimere la propria visione pessimistica del mondo.

Tornando indietro nel tempo, e precisamente al  XII secolo, in Francia nacque e prosperò un nuovo stile architettonico, che si diffuse in tutta l’Europa : questo stile medioevale ricevette poi  l’appellativo di “architettura gotica”, ovvero “architettura barbarica” (Giorgio Vasari). Lo stile venne poi rivalutato nella seconda metà del 1700 e al termine “arte gotica” non venne più attribuito un senso spregiativo. E’ di questo periodo il Castello di Strawberry Hill presso Londra, voluto dallo scrittore Horace Walpole.

In questo periodo, cioè nella seconda metà del 1700, nasce e si diffonde la cosiddetta “letteratura gotica”. Precursori di questo genere fu appunto Horace Walpole con “Il Castello d’Otranto” del 1764. Caratteristiche del “romanzo gotico” sono l’ambientazione in castelli freddi e angoscianti, la battaglia fra il bene e il male e personaggi demoniaci, mostruosi e spaventosi.

Nella prima metà del 1800 anche il romanzo storico di Sir Walter Scott era ambientato in questo tipo di castelli.

Particolare importanza rivestono poi le seguenti opere:

  • Clara Reeve: “The old English baron” (1777) , a imitazione di  “The Castle of Otranto” ,
  • William Polidori : “The Vampire” (1819) ,
  • Mary Shelley:  “Frankenstein” (1818). L’importanza del “Frankenstein” di Mary Shelley risiede nel fatto che l’attenzione si sposta dall’ambiente all’individuo, all’ “io”. L’introduzione poi dello “scientifico” contribuisce a rendere l’opera ancora oggi attuale, perché si pone l’interrogativo del limite invalicabile della scienza.
  • Edgar Allan Poe: Il romanzo gotico trova nella prima metà del 1800 una nuova evoluzione nei racconti di Edgar Allan Poe, che mette al centro l’  “uomo normale” con le sue paure, le angosce, i tormenti, le indagini dell’animo umano che mettono le basi della futura “psicoanalisi”.
  • Robert Louis Stevenson: Nella seconda metà del 1800 è Robert Louis Stevenson a dare nuova linfa al romanzo gotico con la sua opera “Lo strano caso del Dr. Jekyll e Mr. Hyde”, in cui il bene e il male convivono nello stesso individuo, introducendo così uno dei temi più importanti della psicoanalisi, quello dello sdoppiamento della personalità.
  • Bram Stoker: Il suo “Dracula” (1897 ) ha rivestito un grande ruolo in questo genere di cinematografia.

E così, sotto l’influsso della letteratura gotica, verso la fine del 1800, agli albori della cinematografia, appaiono i primi cortometraggi horror, ovviamente muti. Georges Méliès è il primo a realizzare un corto (3 minuti circa) dal titolo “Le manoir du Diable” (“Il Castello del Diavolo”), del 1896. Méliès è ritenuto l’antesignano del cinema horror.

Gli ingredienti ci sono tutti: due ignari turisti visitano il castello, nel quale si imbattono in visioni temporanee di persone che spariscono, illusioni provocate dal padrone del castello, il diavolo. I due impazziscono di paura, ma mentre il primo si butta dalla torre per sfuggire al diavolo, il secondo si impossessa di un crocefisso attaccato al muro e con esso sconfigge il diavolo.

Ma se Georges Méliès, francese, fu il primo regista di un film corto dell’horror, e Alice Guy, anche lei francese, realizzò il primo film (lungometraggio muto) sul personaggio di Quasimodo, il mostro di Notre Dame, tratto dall’omonimo romanzo gotico di Victor Hugo nel 1906, in realtà furono poi i registi tedeschi a realizzare tutta una serie di film del genere negli anni dal 1910 al 1920 e a rendere popolare questo genere.

  • I romanzi che hanno ispirato i primi film sono quelli della letteratura gotica di scrittori quali: Mary Shelley, Bram Stoker, H.G. Wells, Edgar Allan Poe , come detto sopra.
  • I registi: Tod Browning , Karl Freund, James Whale , Rouben Mamoulian , Michael Curtiz .
  • I personaggi: Frankenstein , Dracula , Nosferatu, The Invisible Man , The Mummy , Dr. Jekyll , Dr. Calligari , House of Wax .

Successivamente, il genere horror fu detto il genere del “cinema espressionista”. E’ questo il periodo in cui “architettura”, “pittura”, “letteratura” e “cinema”, in poche parole la “cultura”, pongono l’attenzione sui problemi dell’”io”, sulle paure, sulle angosce dell’essere umano.

Un’ultima riflessione. Il già citato Tod Browning firma nel 1932 il film “Freaks”, ambientato nel mondo del circo,. Il film ruota attorno a personaggi i cui attori sono realmente “deformi”, ruota attorno ai loro sentimenti, alla considerazione che di essi si aveva nella società. Il film, considerato un vero “cult movie” tratta quindi un argomento che ancora oggi la “società” non ha risolto se non in parte.

Il cinema horror ha avuto dunque un particolare ruolo nella cultura moderna, come ogni altra forma d’arte. Purtroppo il suo ruolo si è esaurito ed oggi permane e prolifica solo la parte “trash”.

“Gothic Literature”, “Expressionism” and ” Horror Movie”

The painting movement called IMPRESSIONISM (born in France around 1830 and continued until the early 1900s) had put the spotlight on the world OUTSIDE of us, found the value of the COLOR _ not stirred but original, creating, with the combinations of different colors, the feelings that _ the outside caused in the observer. Each Impressionist painter expressed this concept in a different way:  streets, buildings, lawns, flowers, marine, groups of people, single people in everyday acts.

All or almost have tried to overcome the static nature of a single painting , for example through the use of the TIME , ie painting the same subject at different times of the day. Therefore the essence of Impressionism is to regain the use of the original color (according to the rules laid down by Eugène Chevreul ) and the use of time to evoke particular feelings in the observer coming from the outside world. The outside world was viewed , played and painted in an “objective way” .

The painting movement called EXPRESSIONISM (developed in the years from 1900 until 1925 in Germany by two main groups: “Die Brucke” and “Blaue Reiter” , and in France by the group “Fauves”) replaced the “objectivity ” of the scene with the ” subjectivity ” seen as a very personal interpretation of the scene. This resulted in a reversal of the subject to be painted : not anymore the outside world provided subject of observation and analysis , but the inner world of the painter , his moods, his troubles , his fears , his torments. From this point of view the same Vincent Van Gogh is considered a precursor of Expressionism rather than an Impressionist .

The task of the artist is to express moods through color strong , strong lines , the stylized shape of the subject and never close to reality , to represent their feelings, but also to express his pessimistic view of the world.

Going back in time , namely the twelfth century, in France developed and prospered a new architectural style , which spread throughout Europe : this medieval style received the name of  “Gothic architecture ” , or  “Barbaric architecture ” (Giorgio Vasari ) . The style was revalued in the second half of 1700 and the term “Gothic art ” was no more given a negative sense . In this period was buit the “Castle of Strawberry Hill” London , commissioned by the writer Horace Walpole.

During this period , ie in the second half of 1700, is born and spreads  the so-called ” Gothic literature ” . Precursors of this type was indeed Horace Walpole with his “The Castle of Otranto ” (1764) . Features of the ” gothic novel ” is the setting in cold and distressing castles, the battle between good and evil and demonic characters , monsters and frightening.

In the first half of 1800 also the historical novel by Sir Walter Scott was set in this type of castles.

Of particular importance are the following works:

  • Clara Reeve: “The old English baron” (1777) , in imitation of “The Castle of Otranto” ,
  • William Polidori : “The Vampire” (1819) ,
  • Mary Shelley:  “Frankenstein” (1818). The importance of “Frankenstein ” is that the focus shifts from the individual, to the  “I” . The later introduction of “scientific” helps make the work still relevant today because it raises the question of the absolute limit of science
  • Edgar Allan Poe: The gothic novel in the first half of 1800 gains a new evolution in the tales of Edgar Allan Poe, which focuses on the “ordinary man”, with his fears , anxieties , torments , investigations of the human soul, setting in this way the stage of the future “psychoanalysis”,
  • Robert Louis Stevenson: In the second half of 1800 he gives new life to the gothic novel with the work “The strange case of  Dr. Jekyll and Mr. Hyde” , in which good and evil coexist in the same individual , thus introducing one of the most important themes of psychoanalysis , the one of “split personality”.
  • Bram Stoker: His “Dracula” (1897 ) has had a huge role in this kind of cinematography

So, under the influence of Gothic literature in the late 1800s , at the dawn of cinema , appeared the first short horror, obviously dumb . Georges Méliès was the first to make a short (about 3 minutes ) titled “Le manoir du Diable” (“The Castle of the Devil”) (1896).  Méliès is considered the forerunner of horror cinema.

The ingredients are all there : Two unsuspecting tourists visit the castle , where they run into temporary visions of people who disappear , illusions caused by the master of the castle , the devil . The two go wild with fear, but while the first thrown himself from the tower to escape the devil , the second takes possession of a crucifix hanging on the wall and with it defeats the devil.

But if Georges Méliès , french , was the first director of a short horror movie , and Alice Guy , also french , made ​​the first film (silent film ) on the character of Quasimodo , the monster of Notre Dame , based on the Gothic novel by Victor Hugo (1906), the German filmmakers were the first to create a series of films in the years 1910-1920 and to popularize the genre.

  • The novels that inspired the first film are those of the Gothic literature of writers such as Mary Shelley, Bram Stoker , HG Wells, Edgar Allan Poe, as said before.
  • The directors : Tod Browning , Karl Freund, James Whale , Rouben Mamoulian , Michael Curtiz .
  • The characters: Frankenstein , Dracula , Nosferatu, The Invisible Man , The Mummy , Dr. Jekyll , Dr. Calligari , House of Wax .

The horror genre was then called the genre of ” expressionist cinema” and this is the period in which “architecture”, ” painting”, ” literature ” and ” cinema” focuses on the problems on the  “I”, the fears, the anxieties of the human being .

One last thought .

The aforementioned Tod Browning is the director in 1932 of the film “Freaks” , set in the world of the circus. The film revolves around characters whose actors were really “deformed”, around their feelings and the consideration they had in the society. The film, considered a “cult movie” is therefore a topic that even today the “society” has solved only partially.