Futuro – Future

Futuro   (di G. Valerio, 11-9-2013)

E poi rimangono solo le briciole

di una vita lunga

ma brevemente vissuta,

e sai che null’altro ti sarà concesso

che le sofferenze dell’età,

e anche la tua stessa sorte non ti appartiene più,

e la puoi osservare, con occhi attoniti e persi,

al di fuori della tua entità.

Ma tu chiudili  quegli occhi

e costruisci il tuo nuovo futuro

con altri occhi,

quelli  dell’immaginazione.

Puoi immaginare un mondo diverso,

immaginalo come tu lo vorresti,

un giardino con tanti fiori colorati,

le acque limpide di un ruscello

che scorre su un letto di pietrisco bianco,

cavalli bianchi che corrono liberi,

e un cielo azzurro e senza nuvole.

Immagina una compagna con cui condividere.

Immagina una nuova giovinezza,

o anche una nuova vecchiaia,

con le pene sì,

ma anche con tanta felicità.

Il tuo futuro è lì.

Nella tua mente.

Future    (by G. Valerio, 11 September 2013)

And then there are only the scraps

of a long but shortly lived life,

and you know that nothing else will be granted

other than the sufferings of age,

and also your destiny does not belong to you anymore

and you can see it, with astonished and lost eyes,

outside of your body.

But close those eyes

and build your new future

with other eyes,

those of imagination.

You can imagine a different world,

you can imagine it as you want it to be.

the clear waters of a stream

flowing on a bed of white crushed stone,

white horses running free,

and a blue sky with no clouds.

Imagine a partner to share with.

Imagine a new youth,

Or even a new old age

with pains, of course,

but also with so much happiness.

Your future is there.

In your mind.